Reduce dalla significativa esperienza di “99 Borghi” alla scoperta delle bellezze della città di Andria, la presidente dell’associazione turistico-culturale Visita Castel del Monte (.com) prosegue il suo progetto multiculturale accompagnando, in collaborazione con l’associazione “Daunia TuR”, che si occupa di visite guidate e accompagnamento turistico in Puglia e di cui la guida Annamaria Losito è vice-presidente, una classe della Scuola Secondaria di 1° grado “Giordani-De Sanctis” di Manfredonia in una visita guidata della Chiesa di San Nicola, di culto ortodosso russo e situata nel quartiere Carrassi, in Corso Benedetto Croce.

Forte è l’interesse che la storia di questa chiesa ha suscitato nei ragazzi, dedicata a un santo importante per essere stato un ponte tra Oriente e Occidente. Il luogo sacro oggetto dell visita guidata risale agli inizi del XX secolo. Nel 1911, la Società Imperiale Ortodossa di Palestina commissionò ad Aleksej Viktorovic Ščusev l’edificazione del tempio, la cui prima pietra venne posta il 22 maggio 1913. Le autorità baresi e russe portarono in dono una grande icona del Santo, dipinta secondo modelli antichi. La costruzione della chiesa fu completata solo dopo la fine della prima guerra mondiale; da allora i pellegrinaggi continuano anno per anno.

Dopo la Rivoluzione russa, in seguito alla diaspora, i greci ortodossi furono più numerosi dei russi ortodossi. Nel 1937 la chiesa divenne proprietà del Comune di Bari, che s’impegnava a rispettare la proprietà ecclesiastica della costruzione, a conservare il tempio nella sua funzione religiosa e a destinare alcuni locali dell’ospizio dell’Istituto per l’infanzia abbandonata “M. Diana”. Nel 1969, in seguito alle politiche ecumeniche del Concilio Vaticano II, si concesse la celebrazione della funzione ortodossa nella cripta della Basilica di San Nicola, proprio in segno di amicizia, di rispetto e di profonda unione con gli ortodossi. Di recente ristrutturata, la chiesa russa continua ad essere un ponte con le civiltà dell’Est Europa e del bacino orientale del Mar Mediterraneo.

Durante il percorso i ragazzi hanno incontrato il Primo Cittadino di Bari, Antonio Decaro, che ha augurato loro una bella ed entusiasmante visita guidata della città.

-Trovi tutto su Andriaviva e digita il link:

https://www.andriaviva.it/notizie/tappa-barese-per-la-guida-andriese-annamaria-losito/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook